fbpx
coaching Moda storica

Che si intende per sartoria storica?

sartoria storica sarta anni 30
sartoria storica sarta anni sartoria storica sarta anni

Molto spesso mi chiedono: ma in cosa consiste il tuo lavoro, Monica? Le persone hanno molta difficolt√† a comprendere che esiste un’evoluzione sartoriale della moda ma soprattutto che qualcuno (come me ad esempio) se ne interessi a tal punto da farne una professione.ūü§©

Invece eccomi qua, da anni studio l’abbigliamento delle epoche passate.

Come si vestivano gli uomini e le donne di un tempo? Se bastasse studiare cosa indossavano i nostri antenati mi sarei annoiata ben presto.ūüėČ

C’√® molto di pi√Ļ, per fare ordine inizierei individuando 3 aspetti fondamentali del sistema moda:

  1. La conoscenza  e la produzione della materia prima (tessuto) e  le tecniche di lavorazione (sartoria).
  2. L’esigenza della distinzione delle classi sociali
  3. L’espressione culturale del concetto di Bellezza.

Ognuno di questi aspetti meriterebbe un approfondimento ma in questo momento voglio soffermarmi sul primo punto: il tessuto e la sartoria.ūüĎá

Senza tessuto e conoscenza  di esso non si può creare un abito.

Per questo sapere come, quando e dove si realizza un tessuto è fondamentale.

Spesso vedo riproduzioni di abiti storici con tessuti che non erano esistenti in quell’epoca e quindi non possono essere definiti propriamente storici.

La sartoria invece √® la tecnica di lavorazione del tessuto: come facevano i nostri antenati a creare un vestito?ūüėé

Come venivano indossati?

Quali metodi¬† di chiusura usavano? Qual’ era la procedura di creazione?
Quali strumentazione usavano?

Come si è evoluta la tecnica sartoriale? 
Chi se ne occupava? √ą stata da sempre una professione riconosciuta socialmente?

Quando si parla di storia della moda¬† dobbiamo intercettare un’evoluzione sotto ogni punto di vista.

Conoscendo tutti questi elementi si può pensare a riprodurre un abito storico in modo consapevole e da questo trarre ispirazione per la sartoria moderna.

Ma quali sono le sfide da superare per riprodurre un abito storico? Sicuramente prima fra tutte √® la ricerca della materia prima. Con il passare del tempo¬† i tessuti si sono trasformati anch’essi e quindi bisogna trovare una valida sostituzione per utilizzarli in sartoria storica.ūüėĀ


Il lino, il cotone, la lana, il velluto le stecche di balena per i corsetti, i filati per i ricami, la seta è tutto diverso in quanto il processo produttivo del tessuto industriale prevede dei trattamenti chimici che in passato non si effettuavano.

I colori dei tessuti sono un altro elemento di discontinuità con il passato, difficilmente le tinture industriali possono sostituire i colori naturali per cui dobbiamo conoscere le differenze e scegliere valide alternative cromatiche per il nostro abito storico.

Concludo soffermandomi sulla definizione di sartoria che corrisponde all’insieme di tecniche consolidate (tramandate) e standardizzate in base all’epoca di riferimento secondo delle fasi: creazione modello, taglio e cucito (a mano/a macchina) del tessuto utilizzato.

Ognuno di questi passaggi merita un approfondimento che intendo trattare nei prossimi articoli.

La sartoria storica è alla base della moda contemporanea.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Instagram